Vai al contenuto

Bando di Gara. CC_GC_2/2022

PROCEDURA APERTA, per l’affidamento dei Servizi di Architettura e Ingegneria, sopra soglia comunitaria, per le prestazioni specialistiche relative alla progettazione e alla realizzazione del tracciato plano-altimetrico e dell’impianto di refrigerazione della pista del Cortina Sliding Center a Cortina d’Ampezzo (BL).

Allegati istanze DGUE

Infrastrutture Milano Cortina 2020-2026 S.p.A. utilizza il sistema di intermediazione telematica della Regione Lombardia denominato “Sintel”, ai sensi della L.R. 33/2007 e ss.mm.ii. al quale è possibile accedere attraverso l’indirizzo internet: Bandi sulla piattaforma Sintel – ARIA (ariaspa.it)

FAQ n.1
D. REDAZIONE OFFERTA TECNICA
Dai documenti di gara non si evincono le modalità di redazione degli elaborati dell?offerta tecnica. Si chiede quindi se la documentazione grafica, descrittiva e fotografica dei servizi e la relazione metodologica devono avere dei formati, delle dimensioni e un numero di cartelle prestabiliti.
R. In risposta a quesito riferito alle caratteristiche dell’offerta tecnica di cui all’art. 10 del bando/disciplinare di gara, è utile sottolineare che ciascun concorrente deve dimostrare la propria professionalità, anche in base ai servizi già svolti con successo ai sensi dell’art 12.1, con sintesi e chiarezza. Ciascuno saprà sostenere al meglio la propria candidatura.

FAQ n.2
D. SCHEMA DI CONTRATTO
In diversi punti del disciplinare si cita lo “Schema di Contratto”, documento che non è presente nei documenti di gara. Si chiede di pubblicare lo schema di contratto.
R. Nella Determina a contrarre è esplicitato che “…c) il contratto per la realizzazione dell’intervento sarà stipulato a corpo a mezzo di scrittura privata in modalità digitale e che le clausole essenziali del contratto sono contenute nel bando/disciplinare di gara, nell’allegato 2 e nella relazione metodologica presentata dall’aggiudicatario, per le parti accettate dall’amministrazione.”
Nel disciplinare al punto 16 è altresì indicato che Il contratto recepirà gli allegati del disciplinare 1 e 2 e l’offerta tecnica dell’offerente per le parte accettate dalla stazione appaltante e sarà integrato con tutte le clausole contrattuali previste dalla normativa italiana vigente in materia di contratti pubblici e dal Patto di integrità vigente.
Pertanto dalla documentazione messa a disposizione dalla Stazione Appaltante e allegata alla Procedura -unitamente alle disposizioni di legge- sono quindi desumibili tutte le informazioni utili e necessarie per la conseguente stipula del contratto conforme alla normativa vigente.
Si comunica pertanto che la Stazione appaltante non ritiene di integrare la documentazione e quindi non vi sia motivo per concedere proroga di giorni 5 e nel pubblico interesse viene confermato il termine perentorio del 5 settembre 2022, ore 12,00.

D. REQUISITI DI CAPACITA’ TECNICA E PROFESSIONALE, SCHEMA DI CONTRATTO e RICHIESTA PROROGA
Nel disciplinare al punto 6.2 “Requisiti di capacità tecnica e professionale si richiedono servizi di architettura e ingegneria” il cui importo complessivo è almeno pari a UNA volta l’importo stimato dei lavori della rispettiva categoria e ID. Gli importi minimi dei lavori, per categorie ed ID, sono riportati nella tabella. Gli importi in tabella non corrispondono all’importo dei lavori stimato per la rispettiva categoria e ID. Si chiede quindi conferma se l’importo lavori da considerare è quello riportato in tabella. Medesimo quesito riguarda i servizi di punta. Nel disciplinare di gara si cita più volte lo schema di contratto, documento mancante tra quelli caricati. Si richiede il caricamento dello schema di contratto. Considerato che lo schema di contratto è un documento fondamentale per poter presentare un’offerta e considerato che dalla pubblicazione del bando sono passati 5 giorni, si chiede di concedere una proroga pari ad almeno 5 giorni.
R. Il punto 6.2 del disciplinare va considerato rettificato, come segue:
+++++++++++++++++++++++++++++++++
6.2 REQUISITI DI CAPACITÀ TECNICA E PROFESSIONALE
Servizi di ingegneria e di architettura di cui all’art. 3, lett. Vvv) del Codice, espletati, con buon esito, negli ultimi dieci anni antecedenti la data di pubblicazione del bando e relativi ai lavori appartenenti ad ognuna delle categorie ed ID, indicate nella successiva tabella ed il cui importo complessivo, per ogni categoria ed ID, è almeno pari a UNA volta l’importo stimato dei lavori della rispettiva categoria e ID. Gli importi minimi dei lavori, per categorie ed ID, sono riportati nella seguente tabella:
Categorie, ID e importi minimi dei lavori per l’elenco dei servizi
E.13 21.546.400 euro
IA.02 17.413.460 euro
Servizi “di punta” di ingegneria e architettura, di cui all’art. 3, lett. Vvv) del Codice espletati, con buon esito, negli ultimi dieci anni, antecedenti la data di pubblicazione del bando, con le seguenti caratteristiche: l’operatore economico deve aver eseguito, per ciascuna delle categorie e ID della tabella, due servizi per lavori analoghi, per dimensione e caratteristiche tecniche, a quelli oggetto dell’affidamento, di importo complessivo, per ogni categoria e ID, almeno pari a (da 0,40 volte) il valore della medesima categoria.
Categorie, ID e importi minimi dei lavori per l’elenco dei servizi
E.13 8.618.560 euro
IA.02 6.965.384 euro
In luogo dei due servizi, è possibile dimostrare il possesso del requisito anche mediante un unico servizio purché di importo almeno pari al minimo richiesto nella relativa categoria e ID. Le capacità tecniche e professionali fanno riferimento a contratti eseguiti. (art. 58, comma 4 della direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014). I servizi valutabili, eseguiti sia per committenza pubblica che privata, sono quelli iniziati, ultimati e approvati nel decennio antecedente la data di pubblicazione del bando, ovvero la parte di essi (servizi) ultimata e approvata nello stesso periodo per il caso di servizi iniziati in epoca precedente. Nulla rileva, in caso di servizi di progettazione, che i relativi lavori siano stati svolti, rilevando esclusivamente l’avvenuta esecuzione del servizio. I requisiti sono dichiarati in sede di partecipazione alla gara con l’indicazione dei servizi svolti dal concorrente, completi delle relative date, degli importi e dei committenti, (utilizzando il DGUE, allegato sub 2), o prospetti allegati. In caso di servizi svolti in pregressi RTP ogni singolo componente dovrà indicare SOLO gli importi dei lavori relativi ai servizi svolti dal medesimo. I requisiti dichiarati saranno comprovati dai concorrenti, su richiesta della stazione appaltante, eventualmente a campione, e comunque sempre dall’aggiudicatario dell’appalto.
+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
E’ utile evidenziare che trattasi di mero errore materiale e che l’importo richiesto è già chiaramente desumibile dalle tabelle allegate e conforme a quanto riportato nella descrizione del requisito richiesto in conformità al bando-tipo Anac n.3.
Si comunica pertanto che la Stazione appaltante non ritiene di integrare la documentazione e quindi non vi sia motivo per concedere proroga di giorni 5 e nel pubblico interesse viene confermato il termine perentorio del 5 settembre 2022, ore 12,00.

Determina nomina commissione di gara

Curriculum Commissari

Verbale delle sedute amministrative

Determine di aggiudicazione